Sting ritorna con un album inedito dopo 10 anni, “The last ship” testo e video

sting.jpgA distanza di 10 anni dall’ultimo album di inediti, Sting ha pubblicato “The last ship”, il suo nuovo disco di studio è stato prodotto da Rob Mathes (Eric Clapton, Elton John, Lou Reed, Carly Simon) e mixato da Donal Hodgson.

TheLast ship” è un concept album frutto di quasi 3 anni di intenso lavoro pieno di ricordi che veleggiano attraverso la chiusura dei cantieri navali di Wallsand, quella periferia nord di Newcastle dove Sting è nato e cresciuto.

 Soffermandosi sulla crisi economica che ha colpito la città per poi fare rotta verso un luogo poetico in cui riflettere sul tempo che passa, sulla famiglia, la complessità delle relazioni, sull’importanza del lavoro e dei legami, attingendo ai ricordi d’infanzia e agli anni della maturità del cantautore inglese legati, appunto, ai cantieri navali di Wallsend.

Sting  “The last ship”  testo  e video.

 And I have to be there before daybreak.
Oh I canna be missing, the ladsll expect me,
Why else would the good Lord himself resurrect me?
For nothing will stop me, I have to prevail,
Through the teeth of this tempest, in the mouth of a gale,
May the angels protect me if all else should fail,
When the last ship sails.
Oh the roar of the chains and the cracking of timbers,
The noise at the end of the world in your ears,
As a mountain of steel makes its way to the sea,
And the last ship sails.
Its a strange kind of beauty,
Its cold and austere,
And whatever it was that yeve done to be here,
Its the sum of yr hopes yr despairs and yr fears,
When the last ship sails.
Well the first to arrive saw these signs in the east,
Like that strange moving finger at Balthazars Feast,
Where they asked the advice of some wandering priest,
And the sad ghosts of men whom theyd thought long deceased,
And whatever got said, theyd be counted at least,
When the last ship sails.
Oh the roar of the chains and the cracking of timbers,
The noise at the end of the world in your ears,
As a mountain of steel makes its way to the sea,
And the last ship sails.
And whatever youd promised, whatever youve done,
And whatever the station in life youve become.
In the name of the Father, in the name of the Son,
And whatever the weave of this life that youve spun,
On the Earth or in Heaven or under the Sun,
When the last ship sails.

L’ULTIMA NAVE

È tutto lì nel Vangelo, la Maddalena
 Viene a porgere i propri ossequi, ma è in uno stato di confusione mentale
 Quando trova la tomba vuota, la pietra è stata spostata.
 Non c’è nessun cadavere al buio e al freddo.
 Quando raggiunge la porta, ha un’empia visione
 C’è una una figura solitaria in un alone di luce
 Che prosegue il suo cammino oltre il Calvario
 In gran fretta, sì, ma lei riesce comunque a raggiungerla.
“Dimmi dove stai andando, Signore, e perché tanta premura?”
 “Non intralciarmi ora, donna, non ho tempo da perdere!
 Perché domani a mezzogiorno vareranno una nave
 E devo trovarmi lì prima dell’alba.
 Non posso mancare, i ragazzi mi aspetteranno,
 Perché mai il Signore in persona mi avrebbe fatto risorgere altrimenti?
 Perché niente mi fermerà, devo avere la meglio,
 Nella morsa di questa tempesta, nel cuore della burrasca
 Che gli angeli mi proteggano se tutto dovesse fallire
 Quando salperà l’ultima nave.”Oh, il frastuono delle catene e lo scricchiolio del legno
 Nelle tue orecchie, il rumore dei confini del mondo
 Mentre una montagna d’acciaio avanza verso il mare,
 E l’ultima nave salpa.È un tipo di bellezza particolare,
 È rigida e austera,
 E qualunque cosa tu abbia fatto per trovarti qui
 È il risultato della tua speranza, della tua angoscia e della tua paura
 Quando l’ultima nave salpa.

Beh, i primi ad arrivare videro quei segnali ad Oriente
 Simili allo strano dito al Festino di Baldassarre
 Dove chiesero consiglio a dei preti erranti,
 E i tristi fantasmi degli uomini che credevano morti da lungo tempo
 E qualunque cosa gli sia stata detta, se non altro saranno contati
 Quando l’ultima nave salperà.

Oh, il frastuono delle catene e lo scricchiolio del legno
 Nelle tue orecchie, il rumore dei confini del mondo
 Mentre una montagna d’acciaio avanza verso il mare,
 E l’ultima nave salpa.
 E qualunque cosa tu abbia promesso, qualunque cosa tu abbia fatto,
 E a qualunque stazione della tua vita tu sia arrivato
 Nel nome del Padre, nel nome del Figlio
 E qualunque sia la vita che hai intessuto
 Sulla Terra o in Cielo o sotto il sole,
 Dove salpa l’ultima nave.

 

 

 

 

Claudio Baglioni dopo dieci anni, ‘ConVoiAlbum’, il primo disco di inediti

ConVoiAlbum,  testo e video

Fra circa un mese, dal 22 ottobre prossimo, sara’ disponibile in tutti i negozi ‘ConVoiAlbum’, il primo disco di inediti di Claudio Baglioni dopo dieci anni.

 A partire dall’8 ottobre sara’ possibile prenotare il cd su Amazon.it, Ibs.it, Inmondadori.it e Feltrinelli.it, o in digitale sulla piattaforma di iTunes.

Claudio Baglioni,nuovo album,testo,video

 ‘ConVoiAlbum’ (Sony Music) raccogliera’ i brani anticipati, dal 18 maggio scorso su iTunes, e anche i successivi titoli in lavorazione, un album con dodici tracce, ottanta minuti di vita in musica, suoni e parole.

 Con voi Testo e video.

La mia canzone più bella
è quella che ho suonato meno
e che ogni volta mi piace
perché ho cambiato sempre melodia
che se ti perdi una stella
il cielo non sarà mai più sereno
e se non trovi più pace
te la può dare solo la follia

Però con voi è stata sempre una magia
tirare tardi per non fermare un’allegria
farsi di sguardi fino a sballarsi di poesia
però con voi
è stata tutta un’altra cosa e così sia

Le mie stagioni più matte
son quelle che ho bruciato prima
ho preso a pugni l’inverno
perché la primavera fosse mia
in Purgatorio ne ho fatte
in Paradiso è stato meglio il clima
e in qualche buco d’Inferno
ho rimediato buona compagnia

Però con voi è stata come un’embolia
spartire il fuoco senza nessuna gelosia
buttarsi in gioco nell’aria di un’acrobazia
però con voi
però con voi è stata proprio una mania

Questo è il tempo di trovare un’altra immensità
diventare liberi
di cercare un mondo nuovo e nuove identità
di restare semplici
e questo è il tempo di guardare con ingenuità
di tornare piccoli
di salvare la speranza nella verità
di morire giovani

Se ti fermi a metà strada non saprai chi sei
ogni vita ha un suo mistero
e chissà se in fondo non c’è niente o forse noi
io ho capito chi ero io da voi

Anche i miei amori più grandi
son quelli che ho tenuto peggio
libri sfogliati di fretta
finali letti senza bramosia
tra decisioni e rimandi
che quasi mai finiscono in pareggio
e un’esistenza che aspetta
fino a scordarsi per quale agonia

Però con voi c’è stata tanta fantasia
sparare ad acqua in faccia alla malinconia
baciarsi in bocca una bellissima bugia
però con voi
però con voi che botta è stata di energia

Questo è il tempo di trovare un’altra immensità
diventare liberi
di cercare un mondo nuovo e nuove identità
di restare semplici
e questo è il tempo di guardare con ingenuità
di tornare piccoli
di salvare la speranza nella verità
di morire giovani

Quello che sarà il cammino ancora non lo so
questa è solo la partenza
so che avevo chiuso già la porta quando poi
mi bussò l’urgenza che ho di voi

Questo è il tempo di trovare un’altra immensità
diventare liberi
di cercare un mondo nuovo e nuove identità
di restare semplici
e questo è il tempo di guardare con ingenuità
di tornare piccoli
di salvare la speranza nella verità
di morire giovani
se c’è un fine in questo viaggio non c’è fine mai
il sogno è morto viva il sogno
fu un onore e un privilegio essere gli eroi
perché questo sogno fu con voi.

Renato Zero, torna in radio con ”Nessuno tocchi l’amore”

Renato Zero, Nessuno tocchi l’amore: testo e video.

renato 2.jpgRenato Zero torna in radio  con ”Nessuno tocchi l’amore”

 Il primo singolo estratto da ”Amo – Capitolo II”, il nuovo album di inediti dell’artista, in uscita il 29 ottobre su etichetta Tattica e distribuzione Indipendente Mente.

Testo, Renato Zero, Nessuno tocchi l’amore:

C’è sempre il bisogno di colpirsi e di ferirsi
per capire questo amore che cos’è
Sezionare un cuore farlo a pezzi
per sapere se c’è stato un altro lui prima di te
Nascono sospetti che si insinuano
e alimentano una già pericolosa gelosia
Tieniti decisi questi letti
ed il miracolo che aspetti si riduce a una bugia

Gemendo
Fingendo
Oppure… fuggendo

Io mi fermerei davanti agli occhi tuoi,
non permetterei alla noia di provarci mai,
solo emozioni, sensazioni di autentica poesia,
l’amore ci impegna e fa la la parte sua

Noi concepiti per essere riamati
altrimenti perché ho tanta voglia di te
Di servirti adorarti capirti e rispettarti
il vero segreto non perdere un minuto
E poi nessuno tocchi l’amore
Non è normale che qualcuno abusi di te
Sia un piacere e non un dovere amarsi,
preoccuparsi che questo tormento finisca mai

Sempre fiori freschi a ricordarti che tu
esisti per placare questa presunzione mia
Userò argomenti convincenti
io so come trattenerti ho sempre pronta una magia

E’ meglio se ci credi se offrì ma non chiedi
molto meglio se puoi dare tutto di te
Apprezza il piacere di farti accarezzare
e di perdonare che non saprà raggiungerti più
Nessuno offenda l’amore
non è normale mai imprigionare quel cuore lasciarlo morire
Impegnati tu ha dare un senso alle cose
stabilisci finalmente una verità

Nessuno tocchi l’amore
Nessuno tocchi l’amore
Nessuno tocchi l’amore.

 

Imany arriva in Italia a dicembre con il suo tour, testo e video

Imany, nome d’arte di Nadia Mladjao, è una cantante e modella francese. Il suo nome d’arte Imany significa “fede” o “speranza” in Swahili. Ex atleta di salto in alto, è poi diventata modella per la Ford Models Europe.

Imany,tour,testo,video,

Ha vissuto negli Stati Uniti per sei anni, prima di tornare in Francia, dove ha iniziato la sua carriera di cantante. Attualmente, vive tra gli Stati Uniti e la Francia.[

 

‘The shape of a broken heart’.

Africa, has the shape of a broken heart
and the Heart of a broken land,

Fell from heaven
Straight to hell,
Now your children are missing

I try to understand
Who I am
Years after years
God, it feels the same

Heart fever
Everybody’s gone
And noone that I know
Anybody won

Africa, has the shape of a broken heart
And the Heart of a broken land,

Fell from heaven
Straight to hell,
Now your children are missing

Kiss their forhead
And hold their hands
Close their eyes
And put their name on the braise

Dust is dust
And who goes of it
So goes of it

Africa, has the shape of a broken heart
And the Heart of a broken land,

Fell from heaven
Straight to hell,
Now your children are missing

In the wind blows,
And the children brodes
Sitiing on a side of a road
Whatch you all the boats

Africa, has the shape of a broken heart
And the Heart of a broken land,

Fell from heaven
Straight to hell,
Now your children are missing

Now I understand
Who I am, who I am, who I am …

Now tell me how
Tell me how,
I can accept the thing
The thing that I can’t change.

TRADUZIONE

 

Africa, ha la forma di un cuore spezzato
 E il cuore di una terra spezzata,

 Cadde dal cielo
 Straight to hell,
 Ora i vostri figli sono mancanti

 Cerco di capire
 Chi sono
 Anni dopo anni
 Dio, si sente lo stesso

 Febbre del cuore
 Tutti sono andati
 E nessuno, che io sappia
 Chiunque ha vinto

 Africa, ha la forma di un cuore spezzato
 E il cuore di una terra spezzata,

 Cadde dal cielo
 Straight to hell,
 Ora i vostri figli sono mancanti

 Bacio loro forhead
 E tenere le mani
 Chiudere gli occhi
 E mettere il loro nome sul stufare

 La polvere è polvere
 E chi va di essa
 Così va di essa

 Africa, ha la forma di un cuore spezzato
 E il cuore di una terra spezzata,

 Cadde dal cielo
 Straight to hell,
 Ora i vostri figli sono mancanti

 In soffia il vento,
 E i bambini brodés
 Sitiing su un lato di una strada
 Whatch voi tutte le barche

 Africa, ha la forma di un cuore spezzato
 E il cuore di una terra spezzata,

 Cadde dal cielo
 Straight to hell,
 Ora i vostri figli sono mancanti

 Ora capisco
 Chi sono, chi sono, chi sono …

 Ora dimmi come
 Dimmi come,
 Posso accettare la cosa
 La cosa che non posso cambiare

 

Alessandra Amoroso, “Amore Puro” Testo e video

alessandra amoroso,amore puro,testo,videoAlessandra Amoroso  è una cantante e personaggio televisivo italiana salita alla ribalta nel 2009.

Grazie alla partecipazione e alla vittoria dell’ottava edizione del talent show Amici di Maria De Filippi.

La FIMI certifica le sue vendite complessive per più di 780.000 copie[1].

 È stata premiata varie volte ai Wind Music Awards per le sue vendite, ricevendo vari dischi di platino e multiplatino

Alessandra Amoroso, Amore puro, testo e video.

Puro amore mio

 sepolto da mille valanghe

 ho smarrito la felicità

 la cerco combattendo

 fuggo da questa città

 perché non possa guardarmi

 perché non possa fotografare

 la condizione del mio cuore

 che ora danza lento e immobile

 tra gli scogli dei ricordi

 che ora è qui deriso e stanco

 tra il ricordo e l’illusione

 di ciò che era puro amore

 Questa notte è nostra

 corri forte angelo mio

 come fosse l’ultimo motivo per rimanere vivo

 e se sarà amore

 trattalo come un segreto

 come il più prezioso dono ricevuto

 che racconta perché vivi

 perché muori

 Non sopporto il falso e i traditori

 e quindi me ne andrò

 e tu per chi vivi, per chi muori

 anche fosse l’ultima parola

 dilla ora e forse un giorno tornerò

 puro amore mio

Si intitola “Innocents” il nuovo album di Moby, in uscita l’1 ottobre

moby.jpgPrimo estratto da Innocents, il nuovo disco di Moby previsto per gli inizi di Ottobre in Europa: The Perfect Life feat. Wayne Coyne dei The Flaming Lips.

Due anni di silenzio dal precedente “Destroyed”, ed ecco Moby tornare con il suo primo album realizzato da quando ha abbandonato la Grande Mela per trasferirsi a Los Angeles.

 Nuova vita ma anche nuovo approccio al lavoro se è vero che per la prima volta ha deciso di imperniare la realizzazione di “Innocents” su una serie di collaborazioni eccellenti, abbandonando il suo proverbiale isolame.

The Perfect Life feat Wayne Coyne: testo

Oh
 We close our eyes
 The perfect life, life
 Is all we need

Little Mike he, steps everywhere
 Knives in his pockets and bullets in his hair
 He has nothing to live for, nothing left to say
 He’s locking all the doors to keep the older wolves at bay

Spoons and foil are all he needs.
 A bed and some china
 A lighter and some speed
 It will sing you to sleep, it will hit you awake
 In the perfect life, a perfect life.

Oh
 We close our eyes
 The perfect life, life
 Is all we need

Oh
 It goes all night
 The perfect life, life
 Is all we need

Oh
 We close our eyes
 The perfect life, life
 Is all we need

Oh
 We close our mind
 The perfect life, life
 Is all we need

The perfect life, the perfect life, the perfect life
 All we need

Moby, The Perfect Life feat Wayne Coyne: traduzione.

Oh
 chiudiamo gli occhi
 la vita perfetta
 è ciò di cui abbiamo bisogno

Ti sei aperta quando ti avevo nelle mani
 sei scivolata via con il mondo ai tuoi piedi
 cantavi per farmi addormentare e poi mi colpivi per svegliarmi
 è una vita perfetta, una vita perfetta

Voglio essere qui quando sei al mio fianco
 credo adesso che ti amerò fino a morire
 canterai per farmi addormentare, mi colpirai per svegliarmi
 è una vita perfetta, una vita perfetta

Oh
 chiudiamo gli occhi
 la vita perfetta
 è ciò di cui abbiamo bisogno

Little Mike cammina ovunque
 Coltelli nelle tasche e proiettili tra i capelli
 Non ha nulla per cui vivere, niente altro da dire
 chiude le porte per tenere lontani i lupi

Cucchiai e fogli sono tutto ciò di cui ha bisogno
 Un letto e un po’ di cinese
 Un accendino e un po’ di speed
 Canterà per farti addormentare, ti colpirà per svegliarti
 Nella vita perfetta, una vita perfetta.

Oh
 chiudiamo gli occhi
 la vita perfetta
 è ciò di cui abbiamo bisogno

Oh
 va avanti tutta la notte
 la vita perfetta
 è ciò di cui abbiamo bisogno

Oh
 chiudiamo gli occhi
 la vita perfetta
 è ciò di cui abbiamo bisogno

Oh
 chiudiamo la mente
 la vita perfetta
 è ciò di cui abbiamo bisogno
 La vita perfetta, la vita perfetta, la vita perfetta
 tutto ciò di cui abbiamo bisogno

 
 

 

 

 

La boy band britannica One Direction, fermati dalla polizia, passati con il rosso

one direction-rosso-La boy band britannica One Direction e’ incappata in un piccolo ‘incidente di percorso’ durante il tour in Australia.

 La polizia della citta’ di Perth, nella costa occidentale del paese, li ha infatti redarguiti dopo che il gruppo e’ passato col rosso.

“Non dovete essere cosi’ stupidi da porre in essere atti come questi, perche’ si tratta di giocare con le vostre vite e con quelle degli altri guidatori”, ha detto il vice commissario di polizia dell’Australia Occidentale Nick Antich.

Il Ministro della Polizia Liza Harvey ha detto ai cinque membri della band di “abbassare la cresta” e cercare di essere di esempio per i loro giovani fans.

 La polizia ha poi diramato un comunicato spiegando che gli ufficiali avrebbero da ora in poi “monitorato i movimenti su strada degli One Direction”.

 A Perth, come ad Adelaide, intanto, i fans sono furiosi con il gruppo: all’arrivo in aeroporto, la band e’ infatti sgattaiolata da un’entrata laterale invece di andare incontro ai ‘followers’ per salutarli e firmare autografi.

“Il sale della terra” di Ligabue, testo

 “liga2.pngIl sale della terra”, primo singolo di Ligabue estratto dal nuovo album di inediti “Mondovisione” (in uscita il 26 novembre), si posiziona al vertice della classifica dei brani piu’ trasmessi in radio (secondo i dati Earone).

 Il brano, il cui video ufficiale ha superato quota 2,5milioni di visualizzazioni su YouTube, e’ anche ai vertici della classifica di iTunes.

 

 “Il sale della terra – afferma Ligabue – parla di una crisi che non e’ solo economica, ma sociale e di comportamento.

 Ha a che fare con il bisogno di potere, con le conseguenze prodotte da chi vuole conquistare il potere a ogni costo e a ogni costo mantenerlo.

 E’ una crisi talmente drammatica che non sono riuscito a non raccontarla in una canzone: in genere non lo faccio”.

TESTO: Il sale della terra.

Yeee yeee
Siamo la sorpresa dietro i vetri scuri;
Siamo la risata dentro il tunnel degli orrori;
Siamo la promessa che non costa niente;
Siamo la chiarezza che voleva molta gente.

Siamo il capitano che vi fa l’inchino;
Siamo la ragazza nel bel mezzo dell’inchino;
Siamo i trucchi nuovi per i maghi vecchi;
Siamo le ragazze nella sala degli specchi.

Siamo il culo sulla sedia, il dramma, la commedia,
il facile rimedio;
Siamo l’arroganza che non ha paura;
Siamo quelli a cui non devi chiedere fattura.

Siamo yeee yeee…il sale della terra!
Siamo yeee yeee…il sale della terra!

Siamo l’opinione sotto libro paga;
Siamo le riunioni qui nel retro di bottega;
Siamo le figure dietro le figure;
Siamo la vergogna che fingiamo di provare.

Siamo il culo sulla sedia, la farsa, la tragedia,
il forte sotto assedio;
Siamo la vittoria della tradizione;
Siamo furbi che più furbi di così si muore.

Siamo yeee yeee…il sale della terra!
Siamo yeee yeee…il sale della terra!

Siamo la freddezza che non ha paura;
Siamo quel tappeto steso sulla spazzatura;
Siamo la Montblanc con cui ti faccio fuori;
Siamo la risata dentro il tunnel degli orrori.

Siamo yeee yeee…il sale della terra!
Siamo yeee yeee…il sale della terra!

Siamo yeee yeee…il sale della terra
Siamo yeee yeee…il sale della terra!

yeee yeee…
yeee yeee!

Nina Zilli e Fabrizio Bosso, all’undicesima Festival D’autunno

Nina Zilli e Fabrizio Bosso, sabato 5 ottobre al Teatro Politeama di Catanzaro, con  l’ultima tappa di “We love you. Jazz ‘n’ Soul”, inaugureranno in grande stile l’undicesima edizione del Festival d’Autunno, manifestazione diretta da Antonietta Santacroce.

Il tributo ad alcune delle più belle voci della musica soul quali Amy Winehouse, Nina Simone, Sam Cooke, Otis Redding, Etta James, Marvin Gaye e molti altri-

Nina Zilli, Fabrizio Bosso,Festival d’Autunno

 E’ l’occasione per rivivere le vibranti emozioni che la musica della Motown, l’r’n’b di Memphis, il blues di Chicago e il Philadelphia sound per anni ha saputo regalare. Il tutto rivisitato magistralmente in chiave jazz da Fabrizio Bosso accompagnato dalla voce di Nina Zilli.

Per dare vita ad un progetto che il trombettista teneva chiuso in un cassetto, è stato sufficiente l’incontro tra i due artisti a Sanremo 2012, quando Bosso ha eseguito con la cantante piacentina il brano “Per sempre”, e quando hanno condiviso i momenti musicali nel corso del programma televisivo “Panariello non esiste”.

Oltre ai classici della musica soul, Fabrizio Bosso eseguirà alcuni standard jazz, e la Zilli non mancherà di eseguire i suoi maggiori successi.

Accanto a loro sul palco una band di musicisti eccezionali, formata da elementi scelti accuratamente da Fabrizio Bosso per le qualità non solo tecniche e strumentali ma anche per l’approccio trasversale alla musica.

 Al pianoforte e alle tastiere Julian Oliver Mazzariello, alle chitarre Egidio Marchitelli, al basso e contrabbasso Marco Siniscalco e alla batteria Emanuele Smimmo.