La musica di Britney Spears spaventa i pirati VIDEO

Britney Spears.jpgIl rimedio creativo di un capitano donna inglese: “Basta che sentano l’intro di ‘Oops I did it again’ e si allontanano subito”. Il motivo? “I pirati somali disprezzano la cultura occidentale

Non gli arpioni, non i fucili, non i marine. Per spaventare i pirati somali basta il ritornello di una canzone pop, a patto che sia di Britney Spears.

 Lo dice un capitano di un mercantile inglese, che l’ha sperimentato: i pirati odiano la cultura occidentale e quindi anche Britney Spears, che ne è un simbolo.

 

 

“Oops I did it again” come deterrente
 Le hit più famose della popstar, racconta il capitano donna di un mercantile, Rachel Owens vengono sparate a tutto volume dalla nave.

 Il rimedio è usato subito dopo gli spari di avvertimento, comunque con le casse rivolte verso l’acqua per non disturbare l’equipaggio. “Appena ne sentono la melodia, i pirati scappano più veloce che possono”. Owens è alla guida di fregate mercantili; in passato ha condotto anche navi turistiche.

Meglio Spears. “Justin Bieber? Contro la convenzione di Ginevra”
Owens non è la sola a usare il rimedio creativo. Ci avevano già pensato gli americani, come ha raccontato al Mirror Steven Jones, dell’associazione di sicurezza per l’industria marittima.

 La tattica veniva usata durante scontri o manifestazioni violente e ora è applicata anche contro la pirateria. “Immagino che usare la musica di Justin Bieber sarebbe contro la convenzione di Ginevra”, scherza Jones.

La pirateria nell’oceano indiano
La costa orientale africana è uno dei punti più pericolosi per le navi, spesso attaccate da pirati con l’obiettivo di ottenere riscatti milionari. Solo nel 2011, ci sono stati 176 assalti al largo del corno d’Africa.

La musica di Britney Spears spaventa i pirati VIDEOultima modifica: 2013-10-30T15:04:21+01:00da musicasounds
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento