Raphael Gualazzi rilegge “Svalutation” di Adriano Celentano

La cover è contenuta nel nuovo Ep  Rainbows.

rapler cele.jpgRaphael Gualazzi rilegge “Svalutation” di Adriano Celentano. Il brano-simbolo degli anni 70.

Ripreso dal musicista in una cover contenuta nel suo nuovo Ep “Rainbows”.

 L’nflazione, la crisi politica e malcostume urbano sono i contenuti del brano di Celentano ancora attuali.

 Gualazzi resta fedele alla ritmica del brano, aggiungendo un finale strumentale in synth che cresce fino alla chiusura.

Oltre a “Svalutation”, l’Ep – disponibile in digitale dal 29 ottobre –  contiene anche “Rainbows”, il brano sigla del programma condotto da Fabio Fazio “Che tempo che fa” che dà il titolo all’album digitale, l’inedito “Legba” e, ‘giocando’ ancora con la musica degli anni passati, “Il Mare”, cover in italiano di “La Mer”, classico di uno dei grandi chansonnier della musica popolare francese, Charles Trénet.

 Il brano del 1946, vuole essere un omaggio alla Francia, terra che da sempre ha accolto l’artista di Urbino con grande entusiasmo e che vedrà anche l’uscita dell’ep in versione sia fisica che digitale. Gualazzi prosegue il suo tour. In Italia sarà il 4 novembre a Bari, il 6 novembre a Trieste, il 15 novembre a Roma, il 16 novembre a Bergamo e il 3 dicembre a Milano.

Raphael Gualazzi ‘Happy Mistake’ copertina e tracklist

Raphael-Gualazzi-Happy-Mistake-Cd-Cover.jpgE’ uscito oggi, “Happy Mistake”, il nuovo album di Raphael Gualazzi. Tredici brani ricchi di idee, invenzioni, dettagli che rompono gli schemi e spiazzano l’ascoltatore, tra soul, gospel, country, blues, rock e l’immancabile jazz

Gualazzi è un vero artigiano della musica, non solo jazz e blues, ma anche mambo, soul e classica. Nel suo primo album in due anni, ci sono 13 brani – compresi ovviamente ‘Senza ritegno’ e ‘Sai (ci basta un sogno)’ – che rompono gli schemi grazie anche all’aiuto di collaboratori eccelenti: le Puppini Sisters, la cantautrice francese Camille e Fabrizio Bosso.

Tracklist Happy Mistake – Raphael Gualazzi

 1.Don’t Call My Name
 2.L’amie d’un italien (Rainbows) feat. Camille
 3.Sai (ci Basta Un Sogno)
 4.Senza ritegno
 5.Baby What’s Wrong
 6.Seventy Days of Love
 7.Un mare di Luce
 8.Improvvisazion Su Temi Di Amarcord
 9.Beautiful
 10.Mambo Soul
 11.I’m Tired
 12.Questa O Quella Per Me Parin Non Sono
 13.Welcome To My Hell feat. Puppini Sisters

 

 

Testo ‘Senza ritegno’ di Raphael Gualazzi | Sanremo 2013

Testo, Senza ritegno, Raphael Gualazzi, Sanremo 2013‘Senza ritegno’ è un brano più veloce dal ritmo jazz quasi latino con un uso distintivo della tromba nel finale: decisamente più sperimentale ma irresistibile.

Testo ‘Senza ritegno’ di Raphael Gualazzi

Ti guardo e non puoi tentarmi
 dipinta di un’immagine che non apprezzerò
 se parli non puoi ascoltarmi
 la magra educazione che diffondi fuggirò
le mani non puoi scottarti
 la fiamma si fa labile nell’insensibile
 mi guardi e non vuoi pensarci
 ma sei solo un disegno se non puoi
 decidere

e vorrai
 e vorrai
 e vorrai
 vorrai…

E vorrai ridere chiedendo delucidazioni
 ma fuori , a piede libero, ne abbiamo
 milioni
 ti sparo nelle gambe e divento cristiano
 dopotutto non è male se mi sento più’
umano

Ricordati le favole che hai già vissuto
 la pace vulnerabile di ogni minuto
 che vivere e ridere, non è abbastanza
 mentre imbianco l’uomo nero, tu prendi
 coscienza!

Ed ora
 ora sai
 hai visto coi tuoi occhi
 e pianto con i miei
 non c’è vergogna se non quella di una
 cieca
 acquiescenza per viltà, per viltà
 ma lascia che sia più tardi
 l’inutile lamento che non costruisce
 mai
 portami nei miei sbagli
 che mai ne avrò bisogno
 come in questo vivere

Qui non si tratta di una libera denigrazione
 ma di rendersi partecipi di ogni ragione
 per vivere, ridere, decidere e sognare
 e mi ricordo quella volta che volevo
 volare
 e non aspetto le tue regole neanche
 un
 minuto
 propongo i sogni liberi di chi ti ha
 creduto
 leggere e scrivere non è abbastanza
 mentre sbianca l’uomo nero tu prendi
 coscienza
 na-na-na-na-na…

 In attesa del video ascolata Follia d’Amoare


 
Video ‘Senza ritegno’

Testo ‘Sai (ci basta un sogno)’ di Raphael Gualazzi | Sanremo 2013

Testo, Sai (ci basta un sogno), Raphael Gualazzi, Sanremo 2013‘Sai (ci basta un sogno)’ è la canzone con cui Raphael Gualazzi parteciperà al Festival di Sanremo 2013

Raphael Gualazzi parteciperà nella categoria ‘Campioni’ al Festival di Sanremo 2013 portando due brani, il primo è ‘Sai (ci basta un sogno)’ mentre la seconda canzone portata al Festival è ‘Senza ritegno’

Testo ‘Sai (ci basta un sogno)’ di Raphael Gualazzi

Apri gli occhi e te ne vai
 la danza è immobile
 scopre i tuoi fianchi
 il vento
 e nei giorni ogni momento
 vorrei percorrere
 le tue volute velleità

Se solo avessi potuto cambiare il mondo
 all’improvviso
 avrei bruciato l’accidia immemore che
 porta il
 tempo
 avrei fermato la guerra inutile con
 un
 sorriso
 e allora si
 avrei saputo credere

Posi libera nei sensi
 la luce mormora
 dalla finestra stanca
 la tensione dei silenzi sembra descrivere
 ogni tuo sguardo perso
 
Se solo avessi potuto cambiare il mondo
 all’improvviso
 avrei asciugato le nubi in lacrime
 per la tua
 gioia
 avrei sfondato le porte ipocrite di
 un
 paradiso
 avrei toccato quell’anima
 che vive dentro te

Sai
 per sopravvivere
 ci basta un sogno

Sai
 oh sai
 per sopravvivere
 ci basta un sogno

E all’improvviso
 il tutto si delinea proprio come non
 avrei
 pensato mai
 e nell’immagine
 il respiro si distingue ora
 per ogni gioia
 lacrima
 ogni tuo sorriso
 sentirai una forza dentro te
 che vince ogni limite!

Sai
 per sopravvivere
 ci basta un sogno

Sai
 oh sai
 per sopravvivere
 ci basta un sogno

Sai

Raphael Gualazzi, nome d’arte di Raffaele Gualazzi, è un cantautore e pianista italiano.

Testo, Sai (ci basta un sogno), Raphael Gualazzi, Sanremo 2013

Nel 2011 ha vinto la categoria Giovani del Festival di Sanremo con il brano Follia d’amore e, nello stesso anno, si è classificato al secondo posto all’Eurovision Song Contest.

Video ‘Sai (ci basta un sogno)

Raphael Gualazzi ‘Love goes down slow’ traduzione testo e video

Testo ‘Love Goes Down Slow’ Raphael Gualazzi

RaphaelGualazziRealityAndFantasy220.jpg

poopoppopoo popriappa poppoppopoo
poppoppopoo popriappa poppoppopoo

pippapappapo

poppoppopoo popriappa poppoppopoo
poppoppopoo popriappa poppoppopoo
poo

You
Since the first time I saw you
It was till the end
Doesn’t matter too
much if now I really can’t touch you

You
since the first time I loved you
It made me feel so glad
But don’t
leave me alone , you’ll be part of my songs

RIT:

In the sunlit mornin’
there’s a sunlit music
Won’t you love me little, little, little girl of mine
Take my hand,
hold me tight
It makes me feel alright yeah
It makes me feel alright
( x2 )

poopoppopoo popriappa poppoppopoo
poppoppopoo popriappa poppoppopoo

pippapappapo

poppoppopoo popriappa poppoppopoo
poppoppopoo popriappa poppoppopoo
poo

You
Since the first time I held you
It drove me simply mad
Please get out of my dreams
‘cause you’re under my skin
And you
Since the first time I felt you
It was deep inside me
So believe my love you’ll be part of my songs

RIT.

When I used
to kiss you baby
All around there was nothing
I don’t care if it sounds
like the same old love song
‘cause I feel it!

In the sunlit mornin’
there’s a sunlit music
Won’t you love me little, little, little girl of mine
Take my hand,
hold me tight
It makes me feel alright now

In the sunlit mornin’
there’s a sunlit music
Won’t you love me little, little, little girl of mine
Take my hand,
hold me tight
It makes me feel alright
It makes me feel alright now

poopoppopoo popriappa poppoppopoo
poppoppopoo popriappa poppoppopoo

pippapappapo

poppoppopoo popriappa poppoppopoo
poppoppopoo popriappa poppoppopoo

In the sunlit mornin’
there’s a sunlit music
Won’t you please belive me little girl of mine
Take my hand,
hold me tight
It makes me feel alright yeah

In the sunlit mornin’
there’s a sunlit music
Won’t you please belive me little girl, little girl of mine

In the sunlit mornin’
there’s a sunlit music
Won’t you please belive me little girl of mine
Take my hand,
hold me tight
It makes me feel
It makes me feel really right

Traduzione testo

 
Tu
 Dalla prima volta che ti ho vista
 è stato fino alla fine
 Non è così importante se ora non posso
 veramente toccarti.
 Tu
 dalla prima volta che ti ho amata
 mi ha fatto sentire così contento
 ma non lasciarmi solo, tu farai
 parte delle mie canzoni
 In una mattina soleggiata, c’è una musica soleggiata
 Tu non mi amerai, piccola ragazza mia
 prendi la mia mano, stringimi forte
 mi fai stare bene, sì
 mi fai stare bene
 In una mattina soleggiata, c’è una musica soleggiata
 Tu non mi amerai, piccola ragazza mia
 prendi la mia mano, stringimi forte
 mi fai stare bene, sì
 mi fai stare bene ora
 Tu
 dalla prima volta che ti ho stretta a me
 mi hai fatto semplicemente impazzire
 per favore esci fuori dai miei sogni
 perché tu sei sotto la mia pelle
 e tu
 dalla prima volta che ti ho sentita
 è stato profondo dentro me
 per questo credi al mio amore, tu farai
 parte delle mie canzoni
 In una mattina soleggiata, c’è una musica soleggiata
 Tu non mi amerai, piccola ragazza mia
 prendi la mia mano, stringimi forte
 mi fai stare bene, sì
 mi fai stare bene
 In una mattina soleggiata, c’è una musica soleggiata
 Tu non mi amerai, piccola ragazza mia
 prendi la mia mano, stringimi forte
 mi fai stare bene, sì
 mi fai stare bene ora
 Quando ti baciavo, piccola
 Intorno non c’era niente
 Non mi importa se tutto suona
 come la stessa vecchia canzone d’amore
 perché io la sento!
 In una mattina soleggiata, c’è una musica soleggiata
 Tu non mi amerai, piccola ragazza mia
 prendi la mia mano, stringimi forte
 mi fai stare bene, sì
 mi fai stare bene
 In una mattina soleggiata, c’è una musica soleggiata
 Tu non mi amerai, piccola ragazza mia
 prendi la mia mano, stringimi forte
 mi fai stare bene, sì
 mi fai stare bene ora

Raphael Gualazzi, da domani in radio il nuovo singolo “Love goes down slow”

Un inconsueto incontro tra raggae e jazz per raccontare un amore da sogno: Raphael Gualazzi torna in radio da domani, venerdì 16 settembre, con la sorprendente “Love Goes Down Slow”.

RaphaelGualazziRealityAndFantasy220.jpg

Tra i brani più imprevedibili del suo fortunatissimo album d’esordio “Reality and Fantasy” (Sugar), “Love Goes Down Slow”, sarà a breve in rotazione anche nelle radio europee

. All’insegna dell’originalità e della sfrenata passione per la musica con cui il giovane talento di Urbino ha conquistato nell’ultimo anno la vittoria al Festival di Sanremo, il secondo gradino del podio dell’Eurovision Song Contest e classifiche e platee di mezza Europa, il nuovo brano anticipa la pubblicazione il prossimo 18 ottobre di una versione speciale dell’album “Reality and Fantasy”, contenente un cd e dvd con brani e video inediti.

Eurovision Song Contest 2011: vince Ell & Nikki dell’Azerbaigian, seconda l’Italia con Raphael Gualazzi

Il Festival è stato vinta da Ell & Nikki dell’Azerbaigian con 221 punti. Clamorosa affermazione di Raphael Gualazzi che, con la sua “Madness Of Love”, ha decisamente ribaltato i pronostici della vigilia, conquistando complessivamente 189 punti, superando anche la favorita Svezia che invece si è piazzata al terzo posto con 185 punti.

sshot-1.jpg

Raphael Gualazzi si classifica al secondo posto all’Eurovision Song Contest 2011, il festival della canzone europea. Un risultato sorprendente, che ha riportato nella kermesse europea la Rai e l’Italia dopo ben 13 anni di assenza.

CLASSIFICA FINALE

 1.AZERBAIGIAN — Ell & Nikki — Runnig scared  221 punti
 2.ITALIA — Raphael Gualazzi — Madness of love 189
 3.SVEZIA — Eric Saade — Popular 198
 4.UCRAINA — Mika Newton — Angel 159
 5.DANIMARCA — A Friend in London — New Tomorrow 134
 6.BOSNIA ERZEGOVINA — Dino Merlin — Love in rewind 125
 7.GRECIA — Lukas Giorkas ft Stereo Mike — Watch my dance 120
 8.IRLANDA — Jedward — Lipstick 119
 9.GEORGIA — Eldrine — One more day 110
 10.GERMANIA — Lena — Taken by a stranger 107
 11.GRAN BRETAGNA — Blue — I can 100
 12.MOLDAVIA — Zdob si zdub — So lucky 97
 13.SLOVENIA — Maja Keuc — No one 96
 14.SERBIA — Nina- Caroban 85
 15.FRANCIA — Amaury Vassili — Sognu 82
 16.RUSSIA — Alexeij Vorobyov — Get you 77
 17.ROMANIA — Hotel Fm- Change 77
 18.AUSTRIA — Nadine Beiler — The secret is love 68
 19.LITUANIA — Evelina Sasenko — C’est ma vie 63
 20.ISLANDA — Sjonni’s Friend — Coming home 61
 21.FINLANDIA — Paradise Oskar — Da Da Dam 57
 22.UNGHERIA- Kati Wolf — What about my dreams? 53
 23.SPAGNA — Lucia Perez — Que me quiten lo bailao 50
 24.ESTONIA — Getter Jaani — Rockfeller street 44
 25.SVIZZERA — Anna Rossinelli- In love for a while 19

Raphael Gualazzi, domani sul palco dell’Eurosong di Duesseldorf

La corsa di Raphael Gualazzi e’ partita dall’ultimo Festival Sanremo, dove con la sua ”Follia d’amore” ha rastrellato tutti i premi possibili, tra cui la vittoria della categoria Giovani, e prosegue domani sul palco dell’Eurosong di Duesseldorf dove il giovane talento della musica italiana scoperto da Caterina Caselli rappresentera’ l’Italia nella serata finale con ”Madness of Love”, versione scritta per meta’ in lingua italiana e meta’ in inglese del brano sanremese

Nel frattempo i consensi dell’eclettico pianista di Urbino che ha riportato in auge lo stride piano continuano a crescere sia in Italia che all’estero: da quattro mesi il suo ”Reality and Fantasy”, l’album con cui ha debuttato su etichetta Sugar e’ stabile nella top ten degli album piu’ venduti in Italia, le tracce contenute nel disco sono tra le piu’ scaricate e trasmesse in radio in Francia.

Proprio da Parigi infatti il 21 maggio Gualazzi ripartira’ per una nuova tourne’e che nel corso dell’estate si snodera’ tra le principali citta’ italiane e d’oltralpe, tra cui Coutances (28 maggio), la Reggia di Venaria (22 giugno), Roma (24 giugno) Samois sur Seine (25 giugno), 2 Nantes (2 luglio), St.Etienne (29 luglio) e Bordeaux (30 luglio).

Raphael Gualazzi ‘A Three Second Breath’ testo e audio

‘A Three Second Breath’, secondo singolo estratto da Reality & Fantasy, di Raphael Gualazzi, in radio da venerdì 8 aprile.

Il brano è tratto dal suo ultimo album Reality and Fantasy, ha raggiunto il primo posto della classifica jazz di iTunes in Francia e dall’8 aprile è in rotazione radiofonica nelle principali radio italiane.

Raphael Gualazzi - Reality And Fantasy.jpg

A three second breath è un brano mixato da James F. Reynolds, è firmato dal medesimo Raphael Gualazzi

Testo ‘A Three Second Breath’ Raphael Gualazzi dall’album Reality And Fantasy (2011)

Sometimes I see,
there’s nothin’ good
for me
in a world with a big indifference
inside.

Sometimes
I cry
And I ask myself why
Everything
is changing
‘cause of our mistakes

And
there’s

Too much bread
In our bags
Too
much blood
Baby in our legs
Too much
greed
In our life
A child is dead
Tell
me why!

Too much death
In our fears
Too
much hunger
Baby in our tears
Too much
gold
In our teeth
You might only live
a second
Live!

Sometimes I’ve heard
That
burnin’ flight of a bird
Hangin’ all
around
Feelin’ sorry for Himself just
like a blessed killin’ child

Sometimes
I cry
And I ask my God why
Everyone
could not sing,and drink,and make love
together
All the time
And there’s

Too
much bread
In our bags
Too much blood

Baby in our legs
Too much greed
In
our life
A child is dead
Tell me why!

Everytime,
I
would just like to hold your hand
Every
time
I would just like to sing a song
for you baby
Everytime ……………..
Darling
please hold my hand now
But tell me
why
On the other side
A thousand children
die!

And there’s

Too much bread

In our bags
Too much blood
Baby in
our legs
Too much greed
In our life
A
child is dead
Tell me why!

Ascolta ‘A Three Second Breath’ di Raphael Gualazzi

 

Raphael Gualazzi torna in radio domani con ‘A three second breath’

Raphael Gualazzi torna in radio domani con “A three second breath”, il brano con cui ha conquistato in questi giorni il primo posto della classifica jazz di iTunes in Francia.

Raphael Gualazzi2.jpg

Un respiro di tre secondi puo’ salvare la vita e Gualazzi lo racconta a modo suo, con la sensibilita’ musicale che lo contraddistingue in questo brano mixato da James F. Reynolds ed estratto dal fortunatissimo ”Reality & Fantasy”, il suo album d’esordio su etichetta Sugar.

 

Con il suo stile personalissimo, dopo il trionfo sanremese, Gualazzi si e’ imposto all’attenzione del pubblico e della critica raggiungendo i primi posti delle classifiche digitali e la top ten dei dischi piu’ venduti e facendo registrare sold out in tutte le date del tour appena terminato.